Pomeriggio al cohousing

Il nostro primo cohousing

cover.webp
Marina Topa

Marina Topa
scuola cohousing attività

Il primo cohousing della Città Adattabile di Napoli ha ospitato un gruppo di ragazzi di terza media, alunni della professoressa Cristina Gargiulo dell’Istituto Cesare Pavese, presidente dell’associazione, per trascorrere qualche ora parlando e confrontandosi sul valore sociale dell’esperienza. La “casa” ha lo scopo di realizzare un percorso di autonomia e di inclusione sociale dei ragazzi autistici attraverso una serie di corsi (cucina, pittura, ecc.) aperti a tutti i coetanei, ovviamente in piccoli gruppi.

Attraverso i racconti della loro docente, i ragazzi hanno partecipato alle varie fasi della realizzazione del progetto che non sempre sono state facili. É stato entusiasmante vedere la consapevolezza con cui i ragazzi hanno colto il significato sociale e l’importanza che quest’esperienza ha per il loro futuro: è un esempio di fortezza che li aiuterà ad affrontare le difficoltà che la vita può imporre.

I video che seguono dimostrano che il messaggio è arrivato: “bisogna conoscere, conoscersi ed accogliersi nel rispetto delle reciproche differenze senza mai rinunciare ai sogni perché, anche se con fatica, aiutano a migliorare il mondo dando un senso alla propria vita!”